Installazione allarme casa, come scegliere il migliore_800x415

Installazione allarme casa, come scegliere il migliore

La protezione della propria casa è un chiodo fisso per moltissimi italiani: in un’epoca nella quale i furti in casa sono sempre in aumento, risulta necessario poter scegliere con cura un sistema di protezione adatto per la casa e per proteggere la propria famiglia.

Dato che l’offerta di allarmi presente sul mercato è estremamente vasta, per chi non ha esperienza non è facile scegliere il migliore antifurto da installare. Per questo può risultare molto utile chiedere l’opinione dell’esperto prima di procedere all’acquisto e all’installazione dell’allarme.

Le tipologie di antifurto per la casa sono diverse, e vanno quindi decise a seconda del numero di persone presenti in casa e delle loro abitudini, delle zone di accesso, dei punti sensibili della casa e via dicendo.
Come abbiamo detto la scelta non è semplice e neppure scontata. Non bisognerebbe cercare di puntare troppo al risparmio, ma piuttosto fare un investimento per la sicurezza e per la tutela della propria abitazione e della propria famiglia.

  • L’allarme con i fili è un modello ormai abbastanza vecchio e superato, anche se viene ancora usato.
    In questo caso l’allarme comunica con le restanti parti e sensori per mezzo dei cavi elettrici. Può richiedere alcune piccole opere murarie per l’installazione dei cavi in modo che non siano d’ingombro. Ha il vantaggio di richiedere la manutenzione meno spesso di quello wireless, ogni cinque anni.
  • L’allarme wireless è invece un sistema di allarme molto più moderno: non è dotato di fili, e la centralina dell’antifurto comunica con le parti restanti per mezzo di segnali elettromagnetici che talora, per ragioni di sicurezza, sono distribuiti su doppia o tripla frequenza e sono coperti da crittografia.
    Questo tipo di antifurto non richiede alcuna opera muraria per l’installazione dell’allarme, è più discreto, meno visibile, tecnologico. In genere può essere anche controllato da remoto per mezzo di una apposita app.
    Funziona a batterie, che devono essere cambiate circa ogni due anni, e richiede una manutenzione annuale.

Oltre al sistema di allarme, per cercare di evitare i furti in casa è importante puntare sul fattore dissuasione.

Lo si può fare acquistando i cartelli che avvertono i ladri della presenza di un sistema di allarme in casa, collegato con una Centrale Operativa di pronto intervento. Inoltre sarebbe bene dotarsi di alcune videocamere che possano tenere sotto controllo in ogni momento le zone interne della casa: in caso di furto, sarà molto più facile assicurare il ladro alla giustizia, se è stato immortalato dalle telecamere della casa.

Dopo aver scelto il tipo di antifurto ideale per la propria casa, consultando un esperto per evitare di spendere più del previsto, è possibile finalmente procedere all’installazione dell’allarme. Ricordiamo che questo passaggio deve necessariamente essere messo in atto da un esperto, in quanto si tratta di un passaggio delicato che può anche compromettere la funzionalità del sistema di allarme. Quindi tutti i passaggi, dal sopralluogo della casa alla scelta dell’antifurto fino all’installazione dell’allarme devono essere fatti assieme ad un tecnico di comprovata esperienza ed affidabilità.