garage aperto

Come sfruttare al meglio gli spazi esterni della casa

Al giorno d’oggi gli appartamenti sono tendenzialmente di dimensioni ridotte, se confrontati alle abitazioni di qualche decennio fa. Questa è una naturale conseguenza del fatto che molte persone oggi scelgono di vivere da sole, sia per motivi economici, sia perché la frenesia della vita moderna rende difficile l’instaurarsi delle relazioni.

I legami sentimentali sono oggi sempre meno forti e le persone, specialmente se lavorano stabilmente, tendono a non impegnarsi nella formazione di una famiglia.

Anche coloro che scelgono di formare una famiglia, difficilmente danno luogo a famiglie numerose come accadeva in passato. Molto spesso le coppie mettono al mondo un solo figlio e le esigenze di spazio dettate dalla famiglia numerosa non esistono più.

La crisi economica e la carenza di lavoro, rendono difficile l’acquisto di una casa e spesso ci si deve accontentare di ciò che ci possiamo permettere.

Questa sempre più grande diffusione di appartamenti mediamente piccoli, porta a valorizzare sempre più i mobili, i complementi d’arredo e gli spazi abitabili. Mai come in passato la cultura dello spreco ha attraversato tempi così cupi. Nessuno spazio oggi viene sprecato ma addirittura si sta diffondendo la cultura della valorizzazione dello spazio.

La casa moderna e la valorizzazione degli spazi

Dare valore agli spazi significa acquisire la consapevolezza che lo spazio è ciò in cui ci muoviamo. Mediante lo spazio ci spostiamo da un mobile all’altro, da un ambiente all’altro.

La separazione degli ambienti tipica delle abitazioni di qualche decennio fa, adesso inizia a perdere di significato. Sempre più spesso gli appartamenti moderni sono degli open-space e la separazione degli spazi avviene mediante librerie, scaffali e separatori o pannelli dogati che possono essere considerati parte della mobilia. A differenza delle pareti, separatori di questo tipo non isolano una stanza da un’altra e non creano ambienti chiusi. Questo potrebbe essere un problema per chi ha bisogno di una forte privacy ma al contempo, ambienti di questo tipo favoriscono l’instaurarsi di relazioni interpersonali.

Lo stile di vita in casa si adatta quindi allo stile di vita tipico della società attuale dove ognuno di noi si trova sempre al centro dell’attenzione altrui e dove la privacy non esiste quasi più. La facilità con cui la nostra vita può essere osservata dagli altri abbassa le nostre barriere quasi in segno di rassegnazione ai fatti che accadono. Anche all’interno di una casa o di una famiglia, la condivisione voluta e non delle proprie esperienze e la facilità con cui chiunque può avervi accesso, rende facile l’esposizione al giudizio altrui. E questo porta inevitabilmente alla mancanza di fiducia, elemento fondamentale per l’instaurarsi di relazioni a lungo termine.

Sfruttare gli spazi esterni

Le abitazioni moderne sono spesso dotate di giardino, garage o terrazzo. Fino a qualche decennio fa questi ambienti erano considerati slegati dai locali interni ma oggi entrano di prepotenza nell’interesse delle persone, che si trovano sempre più spesso ad usarli in maniera utile.

Il terrazzo oggi è un luogo dove spesso si trova la lavatrice con accanto un armadio da esterno che contiene tutto l’occorrente per usarla. La stessa lavatrice si trova spesso anche in garage. Sempre più spesso in estate si cena in giardino. Tutti questi spazi sono stati ri-scoperti dalle persone in seguito alla sempre minore disponibilità di spazio presente all’interno delle abitazioni. Tutto ciò non è necessariamente un male. Un’organizzazione consapevole degli spazi porta ad un consumo consapevole di tutto ciò che l’essere umano consuma nella sua vita. Uno stile di vita che volge a diminuire gli spazi sprecati, orienta la vita alla diminuzione di tutti gli sprechi, alimentari, energetici.

La forzatura di vivere in ambienti piccoli, caratteristica dei tempi moderni, è forse una possibilità per gli esseri umani di risollevarsi e tornare ad armonizzarsi con il mondo che li circonda.