ancora

Come scegliere l’ancora perfetta per la propria barca

Non esiste un’ancora perfetta, ma esiste l’ancora perfetta per la propria imbarcazione. Le ancore in vendita sono tantissime, ma non tutte vanno bene per il tipo di navigazione che vogliamo effettuare. Bisogna infatti considerare le differenti variabili possibili, come il tipo di fondale sul quale intendiamo navigare, le condizioni del mare, gli eventuali ostacoli, il peso della barca ovviamente.

Oggi andremo ad approfondire questo argomento, in modo che quando dovrete acquistare la vostra, in uno shop online di vendita ancore oppure in un negozio specializzato, potrete avere già le idee chiare.

Quali caratteristiche dovrebbe avere una buona ancora

Un’ancora per essere valida deve avere una buona resistenza meccanica. Inoltre, deve essere realizzata in un materiale resistente alla corrosione e avere una buona tenuta su diversi tipi di fondale.

E poi deve anche avere una buona tenuta su diversi tipi di fondali, e qui influisce molto la forma dell’ancora, se ad ombrello, ad aratro o di altro genere.

Inoltre, se avete una barca di dimensioni limitate, è importante che l’ancora sia facile da riporre. E quindi che sia leggera e poco ingombrante. Allo stesso modo, l’equipaggio non deve fare fatica a estrarla dal fondo.

Varie tipologie di ancora

Come dicevamo, le ancore hanno forme diverse, in modo da garantire resistenza e affidabilità, oltre naturalmente alla maneggevolezza e alla praticità di stivaggio.

In particolare, le migliori da questo punto di vista sono le ancore piccole e leggere.

Un altro importante criterio di scelta è la tipologia di fondale. Infatti, l’ancora ha l’obiettivo di creare una tenuta sul fondale, per impedire alla barca di muoversi in mare.

Potrete trovare, anche tra le ancore in vendita online, ancore ad ombrello, oppure ad aratro o a marre piatte. Ognuna con una caratteristica diversa.

Le ancore ad ombrello in particolare sono spesso utilizzate su piccole imbarcazioni o gommoni. Si tratta di ancore che non hanno un grande peso e quindi anche la tenuta è limitata. Sono però ancore molto facili da maneggiare e riporre. Consigliate su fondali rocciosi.

Poi ci sono le ancore ad aratro che possono venire utilizzate su tutte le tipologie di fondale, ma che hanno un peso maggiore. Quindi solitamente vengono utilizzate su barche di dimensioni maggiori.

Infine, le ancore a marre piatte. Sono quelle più versatili. Infatti hanno una buona tenuta, un peso contenuto e sono anche maneggevoli da riporre. Di contro, difficilmente offrono una buona presa su fondali rocciosi.

I materiali

Determinante, per il peso di un’ancora è il materiale utilizzato. Infatti, quelle in ferro o in acciaio, in passato molto diffuse, sono ancore pesanti. Oggi sono state messe in commercio ancore più leggere. Quindi non è difficile trovare in vendita ancore online realizzate con materiali nuovi. Uno su tutti l’alluminio anodizzato, che resiste agli agenti atmosferici e alla potenza corrosiva della salsedine.

E voi, avete già scelto l’ancora più adeguata alle vostre esigenze?