citroen_800x533

Auto usate Citroen a Padova: di cosa tener conto

Acquistare una Citroen usata avvalendosi di Internet come strumento principale è una scelta di cui si avvalgono oramai centinaia di persone, ma è bene tener conto che è un’arma a doppio taglio.

I vantaggi dell’acquistare online sono potenzialmente illimitati, perché i portali che si occupano del tema sono come delle vetrine, ma aggiornate al minuto e 24h/24h: offrono ad esempio l’occasione di osservare l’automobile nei minimi dettagli fino all’effettuare ricerche mirate (modello, zona, etc.).

Questi portali sostituiscono insomma la figura intermedia della concessionaria, dal momento che si pongono come intermediari tra chi cerca e il venditore da contattare quando si è interessati. Scontato, anche se forse non così tanto, è dire di fare molta attenzione, perché i tentativi di truffa sono all’ordine del giorno. Ricordare che offerte oltremodo troppo vantaggiose potrebbero in realtà celare delle truffe, oppure dei costi extra aggiuntivi che annullerebbero il vantaggio iniziale.

Ad ogni modo, molti motori di ricerca permettono di inserire i parametri di ricerca preferiti, come ad esempio eseguire un’ottima cernita in base al luogo in cui si vive. Se ad esempio si abita a Padova, basterà digitare auto usate padova per poter visualizzare tutti gli annunci di auto usate presso rivenditori della zona. Ma una volta fatto questo, come sarà possibile capire quale auto fa al caso nostro?

Sicuramente, bisognerà aver definito fin dal principio un budget, o quanto meno una sua idea. Poi si potrà adoperare un’ulteriore cernita decidendo che tipo di alimentazione si vuole nell’auto. Le auto possono essere a benzina, ibride, a diesel, oppure a gpl, senza tener conto degli ultimi modelli elettrici. Da tener presente è anche il fatto che su un modello a benzina può essere installato l’impianto a gpl, il quale alla lunga ammortizzerebbe il costo della manodopera, dal momento che il suo consumo è di molto minore rispetto quello a benzina.

Prima di acquistare un’auto usata bisogna anche verificare il numero reale di chilometri percorso. Questo perché il contachilometri può dare informazioni giuste.

Ora entra in gioco la parte fondamentale: il controllo dal meccanico. Acquistare un’auto a occhi chiusi equivale a fare un salto nel vuoto. Per evitare rovinose cadute, bisognerebbe recarsi da un meccanico di cui ci si fida per il controllo del motore, delle sospensioni, dell’impianto elettrico e dei pistoni, testate, cambio e ammortizzatori. La fluidità e il buon funzionamento di ognuno di questi elementi andrebbe poi testata con un bel giro di prova su strada del veicolo, in modo da togliere ogni dubbio finale.

Se la parte meccanica del veicolo prescelto soddisfa tutti i requisiti, ora è il tempo di passare ad un altro fattore rilevante e che può nascondere delle insidie: la burocrazia. Innanzitutto, poniamoci la domanda: quanto può davvero valere una macchina usata? Rispondere a questa domanda significa tener conto di moltissimi componenti. Un passo da compiere è con il modello e l’anno di immatricolazione alla mano, cercando la quotazione di mercato del veicolo. Queste ultime esprimono il valore in euro di un veicolo immatricolato per la prima volta nell’anno o nel semestre indicato dal venditore.

Comprare un veicolo usato da un rivenditore autorizzato garantisce all’acquirente una garanzia legale di conformità prevista per legge, mentre l’acquisto da un privato, naturalmente, non garantisce nessuna copertura assicurativa, a meno che la garanzia originaria non sia ancora valida. In questo caso resterà tale fino alla sua scadenza.

Insomma, molti sono i dati di qui bisogna tener conto, ma sicuramente quelli più importanti riguardano la targa, il numero del telaio e il numero del motore che devono corrispondere a quelli riportati sul libretto.

Prima di acquistare informati, ma cerca anche dati ed eventuali agevolazioni per il modello che hai scelto.